27 Ago

Il gorgo dell’esaurimento. (Gli effetti dello stress)

  • Posted by Davide Boraso
  • 0 Comments
  • benessere, mindfulness, psicologo biella, riduzione dello stress

Lo stress è la risposta del nostro organismo ad eventi particolarmente probanti. Quando la risposta non si esaurisce in tempi brevi l’equilibrio psico fisico ne risente.

Lo stress uccide. Per citare un esempio eclatante, innumerevoli dati hanno messo in relazione lo stress, in particolare quello emotivo, con la morte cardiaca improvvisa.

Si parla di “crash sindrome”, dovuta ad un terremoto o al crollo di una casa quando si arriva a morire per arresto cardiaco, per essere rimasti sotto macerie, o sepolti vivi in edifici collassati.

Se lo stress non è così acuto da provocare la morte, ma è cronicamente presente nella nostra quotidianità, ha comunque importanti effetti dannosi.

La psicologa Marie Asberg, del karolinska institute, illustra come si possa arrivare ad un critico esaurimento delle energie, quando non siamo in grado di recuperare e ripristinare le nostre forze.

Quando aumentano le cose da fare, molti di noi tendono a concentrarsi solo su quelle che reputano più importanti, rinunciando a molte altre e in genere le prime ad essere messe da parte sono proprio quelle che ci nutrono perchè ci sembrano opzionali e non indispensabili.

La dottoressa per spiegare come avvenga l’esaurimento psico fisico utilizza l’immagine del gorgo.


Il cerchio superiore rappresenta la nostra vita vissuta in serenità ed equilibrio. Man mano che gli stress aumentano, abbandoniamo le attività che ci nutrono e i cerchi si restringono illustrando la progressiva riduzione della qualità di vita.

Interessante inoltre, che l’analisi della Asberg indichi le persone che più facilmente imboccano questa spirale discendente nelle più responsabili, serie, attente e coscienziose o quelle che fanno dipendere la fiducia in se stesse dai risultati che ottengono in ambito lavorativo, familiare e sociale.

Il gorgo determina poi la comparsa di varia sintomatologia fisica, la rinuncia di attività piacevoli e rilassanti fino ad arrivare ad essere esausti, incapaci di prendere decisioni e infelici.

Gli effetti che lo stress esercita sul nostro equilibrio psicofisico non sono da sottovalutare e se notiamo che l’esistenza comincia a sopraffarci è fondamentale fermarsi, recuperare le nostre forze e apportare correzioni di rotta alla nostra vita.

Trovare il tempo per attività che calmano, rilassano e risultano piacevoli non è un vezzo o un trascurabile capriccio, ma una fondamentale esigenza che favorisce il recupero delle forze.

Quando si arriva all’estremo del gorgo può essere necessario un percorso, affiancati da un professionista.

Un percorso terapeutico non porterà magicamente a far scomparire i problemi, ma costruisce nuove consapevolezze che ci permettono di entrare in relazione con noi stessi e il mondo in modo diverso, più equilibrato e salutare in base alle nostre priorità di vita.

 

Davide Boraso
Psicologo – Psicoterapeuta
Terapeuta EMDR e MindfulnessBCT.

 

Bibliografia 

Kabat Zin J. – Riprendere i Sensi. Edizioni Tea. 2008.

Williams M., Penman D. – Metodo Mindfulness. Ed. Oscar Mondadori. 2014.

Sapolsky R. M. – Perchè alle zebre non viene l’ulcera? Ed. Castelvecchi Lit. Roma 2014.