20 Feb

Orgasmo femminile

  • Posted by Davide Boraso
  • 0 Comments
  • amore, benessere coppia, psicologia, sessualità

L’orgasmo femminile è senza dubbio più complesso rispetto a quello maschile, ma ciò non giustifica il fatto che secondo recenti ricerche, soltanto il 25-30% di donne raggiunga l’apice del piacere durante i rapporti. Ma perchè le donne fanno più fatica degli uomini?

Il sesso è un ingrediente fondamentale della vita di coppia e può avere grande influenza sull’ equilibrio della relazione fra partner. Nonostante ciò, ancora troppo sovente il sesso è considerato un tabù all’interno della coppia: si fa (anche se molto meno di quanto si creda), ma se ne parla davvero poco. La cultura italiana da questo punto di vista, spesso non aiuta e i ruoli sotto le lenzuola sono piuttosto stereotipati. Questo atteggiamento e la frequente mancanza di comunicazione, porta la coppia italiana, secondo alcune ricerche, a non avere una vita sessuale particolarmente soddisfacente e di scarsa qualità.

Confermano le precedenti riflessioni i dati ricavati dall’indagine condotta dall’ IFOP (L’istituto francesce che si occupa di sondaggi e pubblica opinione) su donne europee ed orgasmo.
Per orgasmo si intende una situazione psicofisica che porta l’individuo, donna o uomo, a vivere il massimo grado di piacere erotico-sessuale. E’ la parte conclusiva del cosiddetto “ciclo di risposta sessuale” composto da tre fasi: l’eccitamento, il plateau e l’orgasmo, cui segue una quarta fase di rilassamento della tensione sessuale detta risoluzione.
Tornando al sondaggio sopracitato, emerge che su un campione di donne italiane sessualmente attive negli ultimi dodici mesi, l’80%, ammette di aver avuto problemi a raggiungere l’orgasmo. Le difficoltà maggiori sembrano essere correlate alla giovane età (meno di 25 anni), a relazioni sentimentali instabili, ad obesità, ed insicurezza personale. Per gli uomini il raggiungimento dell’orgasmo è un po’ più semplice, risulta infatti che nel 95% dei rapporti l’uomo raggiunga l’orgasmo, mentre per le donne avviene solo nel 69% dei casi.

Vi sono diverse ipotesi che possono spiegare questi dati, fra le più verosimili c’ è l’ipotesi che gli uomini siano poco attenti al piacere femminile e orientati più al proprio, di contro le donne sarebbero poco abituate a chiedere e si adatterebbero maggiormente alle richieste del partner.
Approssimativamente, il 90 per cento delle donne è in grado di raggiungere l’orgasmo attraverso qualche tipo di stimolazione: manuale, orale o con penetrazione, ma molte di loro, più del 50 per cento, non ne fanno esperienza durante il rapporto perché o non hanno corrette informazioni o non ricevono stimolazioni adeguate.

Secondo un’altra ricerca americana (Lloyd e Wallen “Hormones and Behavior”, ancora in corso di stampa) la maggior parte delle donne raggiungerebbe l’orgasmo attraverso una doppia stimolazione, vaginale e clitoridea, e solo l’8% delle donne avrebbe possibilità di raggiungere l’orgasmo attraverso la penetrazione. Sembra che queste poche donne fortunate beneficino di un incidente della fisiologia: hanno la clitoride vicino all’ apertura vaginale!
È piuttosto evidente che le donne che raggiungono l’orgasmo durante il rapporto sessuale, ma anche attraverso la stimolazione manuale o orale, siano più soddisfatte del loro partner, della loro sessualità e ciò può avere una ricaduta positiva su altri ambiti di vita.

Ancora oggi però, il modo più usuale di fare l’amore in una coppia e la frequenza di alcune posizioni, tengono in poco conto le componenti che aiuterebbero il raggiungimento dell’orgasmo femminile.
L’incongruenza fra gli stereotipi offerti dai media e la realtà dei fatti, può portare le donne a simulare per sentirsi all’altezza o far sentire all’altezza il partner della prestazione sessuale. Tuttavia la simulazione, se protratta nel tempo si configura come un abbandono di ricerca di piacere da parte della donna e può dar vita a un circolo vizioso caratterizzato da forte ansia, nemica assoluta del sesso soddisfacente, e insoddisfazione.

L’apparente e consumistica rivoluzione sessuale degli ultimi anni, non sempre corrisponde ad un reale incremento di qualità nella vita sessuale delle coppie. Sembra tuttavia che qualcosa si stia muovendo: donne e uomini oggi, tendono ad informarsi maggiormente e sono meno restii ad affidarsi a figure professionali come sessuologi, andrologi, ginecologi per cercare di ottenere più soddisfazione nella vita sessuale e più felicità all’interno della coppia.

Davide Boraso
Psicologo – Psicoterapeuta
Terapeuta EMDR e MindfulnessBCT.

 

Bibliografia

Fenelli A., Lorenzini R. – Clinica delle disfunzioni sessuali. Ed. Carocci 2012.

Sito ifop: https://www.ifop.com/en/